#food and beverage

I distributori cinesi sono alla ricerca di nuovi brand che producono miele, frutta e latticini

Last modified: December 29, 2020

Poiché le relazioni tra Cina e Australia hanno raggiunto il loro punto più basso in oltre mezzo secolo, la Cina potrebbe molto probabilmente imporre tariffe a industrie alimentari australiani quali produttori di miele, coltivatori di frutta, produttori di vitamine e latticini.

Cosa è successo tra Cina e Australia?

Cina e Australia sono arrivate al punto più basso delle loro relazioni in pochi mesi, dopo l’insistenza di Canberra di intraprendere un’indagine indipendente sull’origine del coronavirus, che si è manifestata per la prima volta a Wuhan.

La disputa tra Cina e Australia si trascina da anni. Ha avuto inizio dai sospetti australiani di infiltrazione politica e include anche altri ambiti di cooperazione, come l’esclusione di Huawei dalla corsa 5G in Australia, già nel 2018.

Le ultime settimane sono state particolarmente dense di polemiche: i diplomatici cinesi hanno presentato un elenco di 14 rimostranze contro il governo australiano. La tensione con la Cina si è tradotta in una guerra commerciale e proprio negli ultimi giorni si è verificata un’ulteriore escalation.

La Cina ha imposto dazi antidumping sulle importazioni di vino australiano dal 107,1% al 212,1%, a seguito di un’inchiesta avviata lo scorso agosto: l’imposizione di dazi sul vino australiano si aggiunge ad altre mosse simili, sull’orzo e sulla carne bovina.

Quali prodotti alimentari australiani vengono venduti in Cina?


Valore delle importazioni di prodotti alimentari australiani in Cina tra il 2008 e il 2018

Le industrie australiane hanno ampliato il loro commercio con la Cina da quando hanno firmato l’accordo di libero scambio Cina-Australia nel dicembre 2015.

La Cina è stata il più grande partner commerciale individuale di beni e servizi dell’Australia nel 2018-19, rappresentando il 26,4% ($ 235 miliardi) del commercio totale.

I principali alimenti che l’Australia esporta in Cina sono:

• Miele;

• Frutta;

• Latticini;

• Vitamine e integratori naturali.

Il miele australiano è molto popolare in Cina, con il consumo di miele in Cina che supera le 300.000 tonnellate all’anno. Inoltre, l’industria lattiero-casearia, in particolare il latte, l’industria di trasformazione del latte e l’industria del latte in polvere, guadagna molto in Cina.

Nel 2019, le vendite di latte intero in polvere in Cina hanno raggiunto i 156 milioni di dollari. Questo a causa dello scandalo del latte contaminato alla melanina che nel 2008 ha provocato sei morti nel Paese e circa 300mila neonati intossicati. In quell’occasione si scoprì che produttori e intermediari, per simulare la presenza di proteine, utilizzavano una sostanza tossica. È stato un grande shock per la fiducia dei consumatori nei prodotti per l’alimentazione dei neonati. Da quell’episodio i consumatori cinesi non hanno più fiducia nelle industrie lattiero caseari cinesi e preferiscono quindi acquistarlo dall’estero.

La Cina è diventata anche un mercato sempre più importante per alcune industrie della frutta, come gli agrumi, le noci e altre industrie di frutticoltura. I coltivatori australiani di mele e pere esportano una quantità significativa di prodotti in Cina, con oltre il 30 per cento delle esportazioni del settore destinate al mercato cinese. Questo è il motivo per cui, con l’enorme spazio libero che i prodotti australiani potrebbero lasciare, i distributori cinesi stanno ora cercando nuovi brand di miele, latticini e integratori di vitamine.

Se sei un produttore/venditore di questo tipo di prodotti e sei interessato al mercato cinese, dovresti cogliere questa opportunità.

Il momento migliore per entrare nel mercato cinese è ADESSO.

Come attirare i distributori alimentari cinesi?

Costruisci prima la tua reputazione online

La Cina è un mercato in cui il branding è tutto. Il branding è l’insieme delle attività operative e strategiche legate alla gestione e al consolidamento di un brand nel mercato e alla differenziazione di un prodotto rispetto a quello dei nostri competitor grazie ad azioni che vanno dalla creazione di segni distintivi come nome o logo alla produzione di contenuti brandizzati.

Per vendere in Cina devi adattarti ai consumatori cinesi. Devi conoscere i loro gusti e anche dare più importanza al packaging. Un design originale e d’impatto può avere un ruolo importante.

Per attirare i distributori cinesi, devi costruire la tua reputazione online e la tua visibilità in Cina. Dovrai ripartire da zero, perché la maggior parte delle piattaforme che utilizziamo in Occidente non funziona in Cina a causa del Great Firewall. Innanzitutto devi essere presente su Baidu, il motore di ricerca cinese più importante e utilizzato, perché Baidu è il primo “luogo” dove i distributori andranno a fare le loro ricerche. A causa dello scandalo del latte in polvere di cui abbiamo parlato nell’articolo e parlando di cibo in generale, i consumatori cinesi non si fidano facilmente dei nuovi brand.

Sia le aziende cinesi che i consumatori sono estremamente sospettosi. La buona notizia è che puoi costruire una buona immagine attorno al tuo brand con il marketing digitale e la pubblicità. Si consiglia una strategia di marketing su più canali. La combinazione di SEO, PPC, PR, forum e social media garantirà che la tua azienda appaia legittima agli occhi del tuo target. Possiamo aiutarti a scegliere la piattaforma per te, registrare e gestire i contenuti per costruire la tua reputazione e aumentare il tuo ROI (ritorno sugli investimenti).

Strategia SEO su Baidu per arrivare prima dei competitors

Per essere efficace, un sito web deve avere un host in Cina o Hong Kong, deve essere tradotto in cinese, con un layout eccentrico e con molte informazioni. Un sito web con una struttura SEO è indicizzato nelle posizioni più alte. Di solito un utente fa clic sulle prime cinque risposte presentate. Una buona campagna SEO può aiutarti a posizionarti bene in rete. Per una buona strategia Seo, è necessario identificare il settore e il target, le parole chiave più efficaci e conoscere la concorrenza. Per una buona strategia SEO, assicurati che il sito web abbia hosting e dominio localizzati, crea contenuti ad hoc in cinese (cinese semplificato per la Cina continentale, cinese tradizionale per Hong Kong e Taiwan) e fai link building.

Usa forum cinesi come Zhihu per rispondere alle domande sui tuoi prodotti in incognito

In Cina il passaparola ha un grande potere ed è importante che tu ne approfitti. Il passaparola è uno strumento essenziale per la costruzione della brand awareness per le aziende in Cina. Il 60% dei consumatori cinesi afferma che amici e familiari sono una delle principali fonti di informazioni sui prodotti, in base ai quali prendono decisioni di acquisto.

Zhihu (知 乎), è un sito di domande e risposte come Quora. Su Zhihu gli utenti creano, rispondono, modificano e organizzano le domande. Col passare del tempo, Zhihu è anche progredito ed è diventato una super community con strumenti di social media, servizi ed e-commerce. Sebbene il servizio principale di Zhihu sia ancora la piattaforma di domande e risposte gratuita, nel 2017 Zhihu ha iniziato a estendere i servizi ai contenuti a pagamento. I loro flussi di entrate attuali includono:

• domande e risposte interattive online,

• conversazioni in live streaming pay-per-view,

• podcast;

• e-book


Nello stesso anno, Zhihu ha iniziato a consentire ad aziende e organizzazioni di creare i propri account ufficiali, configurandosi ufficialmente come piattaforma per creare brand awareness.

Zhihu è indicato per quelle aziende che mirano più alla costruzione dell’immagine del brand a lungo termine che al raggiungimento degli obiettivi di vendita mensili. Non solo essere presenti su Zhihu ti permetterà di rispondere a domande sul tuo campo, ma anche di istruire il tuo pubblico di destinazione sui tuoi prodotti in incognito.

Una volta costruita la tua reputazione online, i distributori verranno a cercarti.

Hai bisogno di aiuto per impostare la tua strategia digitale in Cina? Contatta Gma.

GMA ha non solo una profonda conoscenza del mercato cinese, ma ha anche una profonda conoscenza del mercato digitale cinese dal 2012. Abbiamo lavorato con successo con molte aziende straniere interessate ad entrare nel mercato cinese. Se hai domande, non esitare a contattarci.

Se ti è piaciuto questo articolo, leggi anche:

Parlaci del tuo progetto

Siamo l'agenzia digitale più visibile in Cina

Contattaci

Ultime Notizie sul Digital Marketing in Cina

I distributori cinesi sono alla ricerca di nuovi brand che producono miele, frutta e latticini

Poiché le relazioni tra Cina e Australia hanno raggiunto il loro punto più basso in oltre mezzo secolo, la Cina potrebbe molto probabilmente imporre tariffe a industrie alimentari australiani quali produttori di miele, coltivatori di frutta,…

Leggi di Più >

Come vendere vino in Cina nel 2021

In un settore pieno di prodotti di nicchia come quello del vino, la Cina risulta essere tra i mercati più redditizi. La Cina è al momento il terzo mercato più grande al mondo per consumo di…

Leggi di Più >

LA CINA È UN PARADISO PER I VENDITORI DI SNACK

L'industria degli snack è in forte espansione in Cina. Secondo il Dipartimento per la promozione del commercio internazionale (DITP), il mercato degli snack ha un valore di produzione stimato di 3 trilioni di yuan (433 miliardi…

Leggi di Più >

Fiere del vino in Cina e alternative per trovare distributori

Le Fiere del vino in Cina Negli ultimi anni la domanda sempre crescente di bevande importate sia nella Cina continentale che a Hong Kong ha visto la regione diventare uno dei principali consumatori mondiali di vino…

Leggi di Più >

Guida Completa All’Esportazione Del Latte In Cina

PANORAMICA DEL MERCATO DEL LATTE IN CINA NEL 2020 Secondo una ricerca di Euromonitor International, la Cina è il secondo mercato lattiero-caseario dopo gli Stati Uniti. Ma si stima che entro il 2022 raggiungerà gli Stati…

Leggi di Più >

Come Trovare Distributori Di Alimenti In Cina?

La Cina rappresenta circa un quarto della popolazione mondiale totale e ospita uno dei mercati di consumo in più rapido sviluppo al mondo, il che fornisce un enorme impulso all'industria alimentare e delle bevande. Negli ultimi…

Leggi di Più >

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *