#istruzione

COME ENTRARE NEL MERCATO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN CINA?

Last modified: February 17, 2021

La Cina non è più un’economia che basa il suo sviluppo sulla crescita del settore industriale, ma ha sempre più interesse a far crescere il terziario. La forte attenzione alla tecnologia ha già cambiato lo stile vita dei cinesi e, nel prossimo futuro, la trasformazione in una nazione ancora più tecnologica comporterà un cambiamento delle competenze richieste alla forza lavoro.

Come sarà il mercato della formazione tra 10 anni? La Cina sarà in grado di formare i suoi numerosi abitanti per far fronte alle nuove esigenze del mercato?

MERCATO DELLA FORMAZIONE IN CINA: PUNTI CHIAVE

  • Un’economia basata sul settore terziario ha bisogno di una nuova forza lavoro
  • L’urbanizzazione non può continuare a essere l’unico motore a guidare la crescita del PIL cinese
  • Le competenze digitali devono essere incluse nei programmi del mercato della formazione
  • Quale aspetto dovrebbe considerare la Cina prima di reinventare il suo mercato della formazione?
  • Come dovrebbe essere il mercato ideale della formazione professionale in Cina?
  • La trasformazione del mercato della formazione richiede la creazione di progetti
  • Solo un approccio sistemico può guidare la trasformazione della Cina
  • Perché le aziende straniere dovrebbero partecipare alla trasformazione del mercato della formazione professionale in Cina?

UN’ECONOMIA BASATA SUI SERVIZI HA BISOGNO DI UNA NUOVA FORZA LAVORO

Si stima che un terzo delle transizioni occupazionali del mondo avverrà in Cina a causa dell’enorme mercato e dell’elevato numero di cittadini. Questo aspetto implica che la Cina dovrà capire come gestire questa transizione ancor più di altri paesi. Il governo, ovviamente, consapevole di questa importante sfida che il Paese sta per raccogliere, ha iniziato a ripensare l’attuale sistema formativo. Una strategia di successo sarà importante non solo per il futuro dell’economia cinese ma anche per quella di tutte le altre nazioni.

Per questo, tutto il mondo dovrà guardare alla Cina per osservare la realizzazione di una delle più importanti trasformazioni sistemiche.

L’URBANIZZAZIONE NON PUO ‘ESSERE L’UNICO MOTORE DELLA CRESCITA DEL PIL CINESE

La Cina aspira ad avere il 70% del PIL pro capite di tutte le economie sviluppate del mondo entro il 2050.

La Cina è tra i paesi con il più grande prodotto interno lordo al mondo, seconda solo agli Stati Uniti che avevano un volume del PIL di quasi 21,5 trilioni di dollari USA nel 2019. Il PIL cinese ha mostrato una crescita notevole negli ultimi anni.

La Cina ha circa dieci volte il numero di città degli altri Paesi e ospitano più del 60% della popolazione. Mentre l’economia cinese continua a progredire, le proiezioni stimano che il tasso di urbanizzazione raggiungerà il 70% entro il 2035. Per mettere questo in prospettiva, il paese più urbanizzato dell’Asia è il Giappone intorno al 92%.

Fonte: Statista

Fino ad ora, l’aumento del PIL e del reddito pro-capite sono stati guidati dall’urbanizzazione. Il flusso continuo di persone dalle aree rurali alle città ha aiutato la Cina a diventare un Paese più industrializzato.

Tuttavia, la politica del figlio unico ha iniziato a creare problemi: l’invecchiamento della popolazione sta facendo debiti e crescono i costi. Solo l’innovazione e le nuove competenze possono sostenere la crescita della Cina.

LE COMPETENZE DIGITALI DEVONO ESSERE INCLUSE NEI NUOVI PROGRAMMI DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

La crescente influenza della digitalizzazione in ogni aspetto della vita sta diventando sempre più visibile nei Paesi occidentali, ma in Cina un’influenza così forte è ancora più evidente. Tutto è digitale in qualsiasi parte della Cina, dallo shopping all’intrattenimento, da un servizio semplice a uno complesso.

Anche le abilità lavorative stanno cambiando e in futuro cambieranno più velocemente per il ruolo sempre più invadente dell’automazione e la conseguente eliminazione di numerose professioni. I cinesi dovranno concentrare il tempo dedicato all’apprendimento su un programma di corsi di formazione che parla di digitalizzazione se vogliono essere pronto per il nuovo ambiente lavorativo.

CHE ASPETTI DEVE CONSIDERARE LA CINA PRIMA DI REINVENTARE IL MERCATO DELLA FORMAZIONE?

Gli ideatori di un nuovo disegno per la crescita del PIL cinese prenderanno probabilmente in considerazione alcuni dei seguenti commenti.

Gran parte della società cinese (e del mondo intero) dovrà cercare un nuovo lavoro. Secondo un sondaggio, solo in Cina questa cifra raggiungerà i 220 milioni nel 2030. L’automazione può uccidere molti posti di lavoro ed è stato già visibile durante la pandemia. I ruoli che possono essere automatizzati includono il 73% dei servizi di ristorazione, il 41% dell’intrattenimento e delle attività ricreative e il 44% del commercio all’ingrosso. Anche i settori meno esposti al COVID hanno un elevato potenziale di automazione, tra cui l’edilizia (47%), la cura della persona (49%) e la produzione (60%).

La gran parte della popolazione cinese che subirà questo cambiamento epocale sembra appartenere alla categoria dei nuovi abitanti urbani provenienti dalle zone rurali. A causa della politica cinese, queste persone non possono accedere a servizi di assistenza sanitaria, istruzione e formazione, quindi il governo cinese dovrebbe avere un piano per offrire una vita dignitosa a questa categoria di persone. Il sistema di registrazione delle famiglie in Cina necessita di una revisione.

COME SI PRESENTA IL MERCATO IDEALE DELLA FORMAZIONE CINESE?

Fino ad ora, il sistema educativo Cinese è stato abbastanza buono per preparare la forza lavoro di un’economia industriale. Ora, con l’arrivo di un nuovo tipo di economia, costruita sui pilastri dell’innovazione, dei consumi e dei servizi, i parametri per creare una nuova forza lavoro sono completamente diversi.

IL MERCATO DELLA FORMAZIONE DEVE COINVOLGERE LA POPOLAZIONE CINESE NEL SUO INTERO

Per aumentare il PIL e il reddito pro capite, la prima cosa da fare è includere la popolazione totale come target del sistema formativo.

Un sistema più inclusivo e, allo stesso tempo, efficiente può dare la possibilità alla società cinese di essere preparata prima che avvenga la trasformazione. Quindi, il programma di formazione dovrebbe concentrarsi sulle materie rilevanti per l’ambiente di lavoro e dare possibilità di formazione a ogni cittadino.

Bisognerebbe incoraggiare le istituzioni private e i datori di lavoro a far parte di questo nuovo modello, dove l’istruzione e la formazione sono l’unica soluzione per aumentare il numero di educatori che hanno il compito di cambiare la società. Solo operando in questo modo ci sarà una forza educativa sufficiente per poter servire gli studenti ad imparare anche dopo l’ora di scuola o lavoratori che possano imparare grazie a un orario più flessibile.

Solo 3 milioni di lavoratori su un totale di 291 milioni hanno partecipato a un programma professionalizzante nel 2019!

Sapere che questa è la situazione attuale in Cina può sembrare strano se pensiamo alle enormi capacità tecnologiche che il paese ha a disposizione. Un sistema già basato su tecnologia e strumenti innovativi non può fare a meno di utilizzare strumenti così importanti per rafforzare la propria società, che il governo dovrebbe anche sostenere con nuove politiche e incentivi.

IL PROGRAMMA DI FORMAZIONE DEVE INSEGNARE COMPETENZE PRATICHE

Secondo un sondaggio del 2018, il 62% dei laureati ha dichiarato di non sentirsi soddisfatto degli argomenti appresi durante le ore a scuola e delle competenze dei propri insegnanti. Affermano inoltre la mancanza di un numero sufficiente di stage e la non connessione tra competenze apprese e competenze necessarie al mondo del lavoro. Non a caso, le famiglie benestanti sono abituate a mandare i figli e le figlie all’estero per studiare in rinomate università perché pensano che importanti college stranieri abbiano standard qualitativi più elevati rispetto alle università cinesi. Un altro fattore che mostra questa sfiducia nel modo di insegnare nelle scuole cinesi è il nuovo fenomeno dei corsi di formazione online.

QUALI SONO LE COMPETENZE RICHIESTE PER IL NUOVO MERCATO DEL LAVORO?

Tra le competenze più richieste per essere competitivi nel prossimo futuro ci sono:

  • elevate capacità cognitive (processo decisionale, pensiero critico, …)
  • abilità sociali ed emotive (pubbliche relazioni e leadership, …)
  • competenze tecniche (analisi avanzata dei dati, …)

Per insegnare abilità così importanti in modo efficace sarà necessario includere nuovi metodi di insegnamento, come l’inclusione di numerosi casi di studio e progetti di gruppo nei programmi, apprendimento partecipativo e formazione esperienziale.

LA TRASFORMAZIONE DEL MERCATO DELLA FORMAZIONE CINESE HA BISOGNO DELLA CREAZIONE DI PROGETTI

Il modo migliore per guidare la trasformazione della Cina senza subire interruzioni e perdite in investimenti sbagliati è mettere in atto progetti pilota su piccola scala in tutto il territorio cinese. Secondo un sondaggio, questi progetti possono essere messi in atto con l’aiuto dei seguenti ingredienti:

  • Formazione online
  • Cooperazione tra istituzioni pubbliche e aziende private
  • Orientamento alla carriera e incentivi

L’ISTRUZIONE ONLINE CONTINUA A CRESCERE IN CINA

In primo luogo, la Cina deve innovare il suo sistema educativo tradizionale. Le scuole e la formazione sono entrambe basate su materiali didattici tradizionali, come libri di testo che non contengono contenuti pratici.

Quindi, è il momento di utilizzare un nuovo tipo di insegnamento che comprenda un sistema di insegnamento multicanale più coinvolgente. La tecnologia può fornire una serie di strumenti: realtà virtuale, gamification, piattaforme digitali personalizzate e realtà aumentata sono tutti strumenti utili a tale scopo.

Esistono molte piattaforme di formazione online che consentono agli utenti di apprendere e insegnare tramite dispositivi mobili. Molte app possono creare videoclip e permettono di fare lezioni online, queste sarebbero un’ottima soluzione per la formazione degli studenti che vivono nelle aree rurali.

Per non parlare del live streaming e del social eCommerce, entrambi un esempio di innovazione tecnologica molto popolare in Cina, e che può essere utile in ambito educativo.

LA CRESCITA DEL MERCATO EDUCATIVO È GUIDATA DA AZIENDE HIGH TECH

I giganti della tecnologia cinese hanno compreso l’importanza dello sviluppo e della responsabilità delle risorse umane, quindi stanno già offrendo programmi educativi che abbiano l’obiettivo di preparare la forza lavoro alle richieste del mercato. Non a caso, il 56% degli investimenti globali di capitale di rischio è stato indirizzato all’istruzione e alla tecnologia in Cina nel 2019.

Inoltre, grazie alla partecipazione delle aziende tecnologiche, il mercato dell’istruzione e della formazione in Cina è cresciuto del 16% anno su anno dal 2014 e, nel 2019, ha raggiunto un valore di 3 trilioni.

Questi sarebbero dati incredibilmente positivi se la categoria della formazione professionale non occupasse solo il 14% di questo mercato in crescita.

COOPERAZIONE TRA ISTITUZIONI PUBBLICHE E AZIENDE PRIVATE

Considerando il numero infinito di aziende in Cina, il governo dovrebbe rafforzare la collaborazione tra scuole e imprese.

Sono già tante le realtà che stanno andando in quella direzione, tra queste, ad esempio, c’è l’università Taobao.

Le scuole professionalizzanti però necessiterebbero anche di un nuovo metodo di insegnamento e di conseguenza anche di nuovi educatori. Il prerequisito per insegnare in queste scuole dovrebbe essere avere esperienza lavorativa nel settore che si insegna. Un prerequisito che è già la norma, ad esempio, nelle scuole professionali in Germania.

Entro il 2030, sarà un prerequisito importante anche in Cina, infatti all’oltre l’80% dei professori che insegnano in questi corsi specialistici sarà richiesta esperienza nel settore.

ORIENTAMENTO ALLA CARRIERA E INCENTIVI

Tutti vogliono trovare un lavoro e avere la possibilità economica di essere formati. Incentivi finanziari, buoni e borse di studio sono tutti ingredienti necessari per aiutare le persone a basso reddito a frequentare i corsi che altrimenti non potrebbero permettersi.

Quindi, un sistema migliorato che includa informazioni sulle possibili carriere disponibili in determinate aree, insieme a dei supporti economici forniti in molteplici forme può guidare una crescita del reddito più omogenea.

Non solo i sussidi governativi, ma anche gli investimenti delle aziende dovrebbero essere rilevanti per procedere in modo più efficace. Infatti, se le aziende investissero di più nella formazione e fornissero ai propri dipendenti le nuove conoscenze richieste, il vantaggio sarebbe più facile da raggiungere e la società si svilupperebbe più velocemente.

SOLO UN APPROCCIO SISTEMICO PUO’ GUIDARE LA TRASFORMAZIONE DEL MERCATO DELLA FORMAZIONE IN CINA

Il governo, le istituzioni, le aziende devono essere tutti coinvolti in questo cambiamento epocale. Per essere reinventata, la Cina ha bisogno della partecipazione di tutti i soggetti economici rilevanti.

La strategia deve essere inclusiva e concentrarsi su tre punti principali, che sono:

  • Creazione di un gruppo leader di rappresentanti prevenienti da ambienti diversi, come più ministeri, istituzioni professionali, istituzioni educative e datori di lavoro.
  • Adattare il piano alle dinamiche locali. Attraverso il monitoraggio delle performance nelle varie aree e il dialogo con le persone di ogni contesto, il gruppo capofila può comprendere meglio come attuare la strategia.
  • Migliorare la partecipazione delle aziende a questo processo. Chiedere un modo innovativo di operare per stimolare l’evoluzione della forza lavoro. Ad esempio, premiare i dipendenti che migliorano davvero le proprie competenze alla fine dei corsi con la promozione e l’aumento dei salari.

PERCHÉ LE AZIENDE STRANIERE DEVONO PARTECIPARE ALLA TRASFORMAZIONE DEL MERCATO DELLA FORMAZIONE IN CINA?

La Cina è consapevole della mancanza di un sistema educativo adeguato e sta già pianificando la sua evoluzione. Come abbiamo sempre visto, la Cina è riuscita a raggiungere gli obiettivi prefissati più della maggior parte degli altri paesi. Ciò significa che il mercato della formazione diventerà davvero più grande e sempre più inclusivo.

Saranno altamente necessari know-how tecnologico e scientifico, nonché programmi che stimolino la spinta imprenditoriale, le relazioni sociali e le capacità creative.

E non solo, poiché il successo dell’evoluzione del sistema educativo cinese può essere un importante esempio a cui guardare, le aziende che parteciperanno a questa grande sfida potranno avere l’occasione di essere cofattori nell’innovazione del mercato della formazione mondiale.

VUOI FAR PARTE DI UN PIANO COSI’ GRANDE?

Avrai sicuramente bisogno di un’agenzia di marketing digitale che possa aiutarti a entrare nel mercato cinese attraverso il modo più efficiente, il mercato online.

Per essere competitivi nel vastissimo mercato cinese, devi trovare il tuo obiettivo ed essere in grado di raggiungerlo attraverso strumenti digitali.

QUALSIASI AZIENDA CHE VUOLE ENTRARE NEL MERCATO DELLA FORMAZIONE IN CINA DEVE CONSIDERARE DI INVESTIRE IN VARIE ATTIVITA’:

  1. La creazione di un sito web cinese ospitato in Cina e adattato alla cultura cinese
  2. Ottimizzazione organica del sito web sui motori di ricerca (SEO) e pubblicità a pagamento nei motori di ricerca (SEA)
  3. Creazione di campagne creative che coinvolgano diverse piattaforme cinesi
  4. Studio dei nuovi trend del mercato e delle nuove tecnologie
  5. Monitoraggio dei risultati e delle strategie dei concorrenti

CREAZIONE DI UN SITO WEB CINESE

Questa operazione permette a un’azienda di avere un proprio spazio dove poter comunicare cosa preferisce ai consumatori e poter essere trovata subito dai consumatori. Avere un sito web serve anche a dimostrare di essere più affidabili. Tuttavia, le aziende non possono pretendere di tradurre la versione occidentale del sito Web in cinese e aver finito il lavoro. Il sito web deve anche essere ospitato in Cina in modo che gli utenti possano caricarlo rapidamente, avere un dominio cinese e poi essere adattato al gusto e alla cultura cinese.

I simboli e la narrazione devono essere adattati alla cultura cinese e la qualità delle immagini deve essere elevata. Non dimenticarlo mai per la creazione dei contenuti.

PER ENTRARE NEL MERCATO DELLA FORMAZIONE CINESE HAI BISOGNO DI FARE BAIDU SEO E SEA

Quando si parla di motori di ricerca in Cina, la prima parola che viene in mente è BAIDU.

Baidu è il motore di ricerca più famoso del Paese. Ogni azienda che vuole farsi trovare online ha bisogno di una strategia che le consenta di classificarsi nelle prime posizioni tra i risultati su Baidu, secondo le parole chiave più importanti del momento per un determinato settore.

La SEO è sempre una buona opzione per avere risultati più convenienti a lungo termine, ma se vuoi velocizzare l’aumento della tua visibilità, devi anche fare SEA. Investimenti in pay per click e banner possono aiutare la tua azienda a essere visibile in Cina.

CAMPAGNE CREATIVE CHE COINVOLGONO DIVERSE PIATTAFORME CINESI

La creatività è sempre il motore chiave di qualsiasi strategia di branding. Se la tua strategia è originale e bella da vedere ha più possibilità di avere successo. I cinesi vengono continuamente obbligati alla visione di diverse campagne di marketing sul web, per questo è necessario trovare il modo giusto per farsi notare.

Inoltre, una campagna di successo dovrebbe coinvolgere diversi strumenti digitali. I social media, ad esempio, devono essere obbligatoriamente presi in considerazione. Weibo, WeChat e Douyin sono tutte piattaforme utili su cui investire, sono tra i social media più utilizzati in Cina e ognuno di essi può essere utilizzato per un obiettivo particolare (informare il proprio target, fare branding, creare fiducia)

Bilibili è un altro social media interessante per il settore educativo. Questa app è un app per la condivisione di video che i cinesi utilizzano per conoscere molti argomenti e anche istruirsi. Puoi sfruttare questo strumento per fare lezioni gratuite, ad esempio.

Sfrutta le nuove tendenze e tieniti al passo con i tempi

Quando si parla di nuovi strumenti di marketing in Cina, non possono mancare live streaming e KOL. Forse non sono ingredienti così recenti della strategia di marketing cinese, ma al giorno d’oggi sono il modo più efficace per sollevare i ROI. Se vuoi che la tua azienda diventi famosa hai sicuramente bisogno di collaborare con l’ambasciatore più amato dal tuo potenziale target (KOL), il momento giusto per mostrare questa collaborazione (un popolare evento cinese), la tipologia di contenuto preferita dai consumatori cinesi per vedere i loro KOL (live streaming) e la piattaforma digitale più coerente per l’intero processo.

MONITORAGGIO DEI RISULTATI E STRATEGIE DEI CONCORRENTI

Non esistono investimenti di successo che non richiedano un monitoraggio sistematico delle attività di marketing dell’azienda e dei suoi concorrenti. È essenziale monitorare l’andamento di tutte le attività al fine di regolare i budget e allocare le parti giuste nei posti giusti.

HAI BISOGNO DI UN’AGENZIA DI MARKETING DIGITALE?

Gentlemen Marketing Agency, nota anche come GMA, è un’agenzia di marketing digitale esperta nell’aiutare le aziende straniere a stabilire o rafforzare la loro posizione in Cina.

LEGGI ANCHE:

Parlaci del tuo progetto

Siamo l'agenzia digitale più visibile in Cina

Contattaci

Ultime Notizie sul Digital Marketing in Cina

COME ENTRARE NEL MERCATO DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE IN CINA?

La Cina non è più un’economia che basa il suo sviluppo sulla crescita del settore industriale, ma ha sempre più interesse a far crescere il terziario. La forte attenzione alla tecnologia ha già cambiato lo stile…

Leggi di Più >

Leave a Comment

Your email address will not be published.